Domenica, 22 Luglio 2018 22:03

L'urban trail 2018

Scritto da

E’ già alla sua quarta edizione, è poco più che una bambina, ma è già entrata nel cuore di Feltre e dei podisti.

L’Urban Trail è stata una scommessa vinta fin da subito, il cui successo ha contribuito a renderla un appuntamento consolidato, a tal punto che sembra sempre essere esistita, tanta è l’attesa e la partecipazione con cui agonisti e famiglie si danno appuntamento a Campogiorgio per apprezzare e ammirare le bellezze della città vecchia, del Telva e gli scorci suggestivi che il percorso consente di visitare.

Le pile frontali, poi, all’imbrunire fanno sembrare il percorso, nei suoi punti meno illuminati, uno scenario da presepe, con atleti, podisti, camminatori e famiglie che rientrano verso Feltre, dove le luci illuminano la scena sul rettilineo d’arrivo.
L’Urban Trail misura 10 chilometri circa, con un dislivello di 196 metri.
Ce n’è per tutti i gusti, chi vuol correrla troverà il modo di impegnarsi in una bella sgroppata, con continui saliscendi, che soltanto nel finale mollano un poco; chi vuol passeggiare, invece, potrà godere del fresco della sera e di un tracciato che non stufa mai, perché c’è asfalto, c’è sterrato, ci sono marciapiedi, giardini, scale al coperto e scale all’aperto.

Il percorso è senza dubbio affascinante, pulito e curato dall’organizzazione in ogni suo minimo dettaglio e consente di visitare le parti più significative della cittadella di Feltre, quasi come si fosse accompagnati da una guida.
Si passa per il percorso della Sentinella, per le caratteristiche scalette vecchie, giù per le Beccherie, su per il Pascolet e il Bus de l’och e poi ancora san Rocco, il castello e piazza Maggiore, lo sterrato del bosco Drio le rive e poi tutto d’un fiato ci si porta verso il Telva, ormai al tramonto, qui è meraviglioso ascoltare i rumori della natura e il respiro affannato o meno di chi vi corre a fianco. Il rientro verso la linea del traguardo è una lunga volata, dove far correre le gambe.
Proprio in quel momento vi verranno in mente le parole dello scrittore Elio Vittorini che, di ritorno verso la città vecchia dal buio del Telva, esclamava: “porco mondo è bellissima Feltre”.

Questa mattina a Belluno, nella sede della Provincia, Gian Pietro Slongo per l’Associazione Giro delle Mura, il comandante provinciale dei Vigili del Fuoco, Girolamo Fiandra Bentivoglio, insieme a Franco Magrin per il Gruppo Sportivo dei Vigili del Fuoco e a Davide Giozzet in rappresentanza della Sport ASSI hanno presentato l’iniziativa “Mura Solidali”. Alla presentazione hanno salutato gli ospiti presenti, il sindaco di Feltre, Paolo Perenzin, il presidente provinciale del Coni, Luciano Trevisson, Enrico De Bona del Comune di Ponte nelle Alpi e l’assessore del Comune di Lamon, Mariuccia Resentera.
L’iniziativa nata nel 2017 per supportare le realtà sportive di Amatrice, all’indomani del terremoto, quest’anno sarà a favore di “Dolomiti Orizzonte Paralimpico”.

L’Associazione Giro delle Mura e i Vigili del Fuoco sono da sempre molto vicini al mondo del volontariato, anche in occasione della trentesima edizione, i ricavati della cena che venerdì sera anticiperà il via del Giro delle Mura del giorno successivo, saranno devoluti per supportare il progetto “Dolomiti Orizzonte Paralimpico”.
Il progetto, fortemente voluto da Oscar De Pellegrin, ideato dall’ASSI Onlus (Associazione Sociale Sportiva Invalidi) e dalla Sport ASSI, ha lo scopo di rendere lo sport paralimpico un’opportunità reale, concreta, diffusa e partecipata nell’intera provincia.

Il traguardo da raggiungere è ben definito. E orientato alla partecipazione di almeno un atleta bellunese alle Paralimpiadi di Tokyo 2020. Sì, un traguardo ambizioso, ma tutt’altro che utopistico. Specialmente se rafforzato dal binomio con il Giro delle Mura, in un ideale filo rosso che lega il mondo del podismo a quello paralimpico.

Per dare forma e sostanza al progetto, è necessario individuare e puntare su alcune discipline mirate, già concretamente praticabili o adatte per essere sviluppate sul nostro territorio. Andranno poi potenziate le collaborazioni con gli istituti scolastici, l’Unità Operativa di Fisiatria e Riabilitazione dell’ULSS 1 Dolomiti e il Centro di riabilitazione di Lamon.
Ma l’elemento forte e centrale riguarda la creazione di un Centro di riferimento per l’avvio all’attività sportiva paralimpica, creato ad hoc con lo scopo di coinvolgere a 360 gradi la persona con disabilità nel percorso di avvicinamento allo sport.
In concreto, il Centro si occuperà di capire le reali possibilità dell’atleta e quali discipline sono effettivamente praticabili. Fornirà poi un concreto supporto allo svolgimento dell’attività, grazie a una serie di contatti con le altre realtà presenti sul territorio. E si occuperà di individuare gli ausiliadatti, oltre a organizzare prove e test pratici, con tecnici specializzati e in collaborazione con le Federazioni. Non mancherà, infine, il sostegno e l’affiancamento costante da parte di uno psicologo e di allenatori specializzati.

Martedì, 24 Aprile 2018 20:41

Presentazione CorriFeltre 2018

Scritto da

Siete tutti invitati alla presentazione ufficiale della 19° CorriFeltre martedì 15 maggio 2018 alle ore 18.30 presso la Sala degli Stemmi del Comune di Feltre in piazza Maggiore.

Mercoledì, 18 Aprile 2018 10:09

Dialogo su sport e benessere

Scritto da

NONPLUSULTRA

Giovedì 3 Maggio 2018 ore 18.30 Sala convegni Ospedale di Feltre

Un convegno su sport e benessere:
con Oliviero Bosatelli (vincitore Tor des Geants 2016), Mattia De Paoli (Campione Italiano Cross Triathlon), Stefano Sartori (2 Volte vincitore alla 100km del Passatore) Diego Barbisan (Psicologo, Psicoterapeuta) che idea hanno di resilienza e resistenza tre campioni moderatore: Giancarlo Dallo

Sabato, 09 Settembre 2017 10:40

Estrazione lotteria 2017

Scritto da

Nella serata dell' otto settembre si sono estratti i numeri della lotteria del Giro delle Mura 2017, l'elenco è possibile trovarlo qui nel nostro sito a questa pagina: lotteria

Martedì, 29 Agosto 2017 23:28

Foto edizione 2017

Scritto da

Pubblicate le foto del Giro delle Mura edizione 2017, le potete trovare su Flickr liberamente scaricabili a varie dimensioni:

Link per la raccolta : Raccolta foto 2017

Link per tutti gli album: Album foto

Altre foto (Riccardo Selvatico) le potete trovare seguendo questo link: Foto Riccardo Selvatico

Lunedì, 28 Agosto 2017 17:27

Messa in onda della 29 edizione del Giro delle Mura

Scritto da

è possibile rivedere le immagini della 29a edizione del Giro delle Mura in una sintesi di 50 min con la seguente programmazione:

30 Agosto ore 20,30 ODEON TV CH 177 DT

30 Agosto ore 19,30 NUVOLA 61 CH 61 DT

31 Agosto ore 23,00 REPLICA su NUVOLA 61 CH 61 DT.

A Feltre, il Giro delle Mura, ancora una volta, ha reso magico il weekend dedicato alla corsa su strada. Tutto era iniziato venerdì sera con “Mura Solidali”, una serata gastronomica a favore della gara Amatrice-Configno, accompagnata dalla terza edizione dell’Urban Trail che ha portato a Feltre circa 1000 partecipanti. Sabato è stato dedicato all’agonismo e all’espressione più pura della velocità. Il tutto reso più speciale da centinaia di persone che hanno festeggiato tutti i corridori. Infine una stella come Ezekiel Kemboi che ha dato quel valore aggiunto a un evento perfetto con la sua seconda vittoria, la prima nel 2016, sul pavè di Feltre.
La cavalcata vincente di Kemboi su Marco Najibe Salami e Sammy Kipngetich, la velocità assoluta nella Running Seven Laps con la vittoria della coppia formata da Yeman Crippa e Joyce Mattagliano, i sorrisi dei ragazzi del Miglio dei Comuni, le vittorie di Andrea Frezza e Francesca Tonin tra gli amatori e i titoli europei di Damian Pieterczyk e Angela De Poi tra i Vigili del Fuoco sono gli elementi che hanno reso speciale la 29^ edizione del Giro delle Mura.

Giro delle Mura
Il Giro delle Mura - Trofeo Cassa Rurale, è stato vinto da Ezekiel Kemboi, medaglia d’oro nei 3000 siepi alle Olimpiadi di Atene nel 2004 e a Londra nel 2012, con il tempo di 26’57’’.
Una gara veloce e spettacolare che si è decisa nell’ultimo giro, quando Kemboi, dopo essere stato in compagnia di Marco Najibe Salami, ha deciso di accelerare per andare a tagliare il traguardo a mani alzate. Subito dopo il via è un gruppetto formato da Kemboi, Salami, Sammy Kipngetich e Marouan Razine a fare l’andatura. Quando mancano due giri all’arrivo il gruppetto dei battistrada si  allunga dopo le accelerate di Kemboi e di Salami, al suono della campana dell’ultimo giro Kemboi è ancora spalla a spalla con Salami. L’ultimo giro registra velocità impressionanti, Kemboi inizia a sentire il profumo della vittoria e dando un’accelerata importante guadagna quei pochi metri che lo incoronano per la seconda volta re del Giro della Mura. Conferma quindi la seconda posizione Marco Najibe Salami mentre Sammy Kipngetich è terzo, ai piedi del podio Marouan Razine e Yohanes Chiappinelli.

Running Seven Laps
Il pubblico feltrino delle grandi occasioni si è ritrovato sotto alle mura storiche per lo spettacolo della Running Seven Laps - Trofeo Famila gara a eliminazione sui 400 metri. Sono partiti in nove coppie, a ogni giro una coppia viene eliminata, pochi secondi di recupero e si riparte per una nuova tornata. L’adrenalina è al massimo, l’acido lattico nei muscoli supera i limiti, in ogni giro si deve dare il massimo per non essere eliminati. Nelle prime tornate è la coppia formata da Pontine Ntawuyrishentege e da Vivien Kemboi ha scandire il ritmo della gara. All’ultima tornata è la coppia di Yeman Crippa e Joyce Mattagliano a vincere davanti a Mohad Adbikadar in coppia con Elena Bellò. Medaglia di bronzo per Mattia Padovani in squadra con Laura Dalla Montà.

Campionato Europeo Vigili del Fuoco
Il titolo di Campione Europeo dei Vigili del Fuoco - Trofeo Chateau d’Ax, dopo il dominio italiano con Cesare Maestri della passata edizione ritorna in Polonia con la vittoria di Damian Pieterczyk. Sul gradino più alto del podio di questo 17^ Campionato Europeo salgono il polacco Damian Pieterczyk e la bellunese Angela De Poi. Damian Pieterczyk ha dominato la competizione dai colori bianco e rossi che con il tempo di 32’00’’, alle sue spalle il giovanissimo Luca Cagnati e un altro polacco Barttlomie Przedwojewski.   
In campo femminile Angela De Poi, è la nuova campionessa europea con il tempo di 43’18’’. Martina De Silvestro e Marta Zanon sono rispettivamente seconda e terza.

Miglio dei Comuni
Nel Miglio dei Comuni - Trofeo Sportful, gara riservata alle nuove leve dell’atletica, ha vinto il feltrino Giovanni Santomaso tra i ragazzi davanti a Francesco Ropelato (Valsugana) e a Jacopo De Carli (Primiero). Tra le ragazze è stata la portacolori dell’Ungheria, Gecse Eszter a vincere davanti ad Arianna Marcer (Lentiai) e ad Anna Barp (Cesiomaggiore).

Amatori
Corridori arrivati da tutta Italia si sono presentati sulla linea di partenza per la gara Amatori-Senior Trofeo Lattebusche. A vincere è stato l’alfiere dell’Atletica San Rocco Andrea Frezza davanti ad Alvaro Zanoni (Atl. Vittorio Veneto) e Christian Cenedese (Atl. San Rocco). In campo femminile vittoria per Francesca Tonin (Ana Atletica Feltre) seguita da Silvia Gavarretti (Atl. Trichiana). Sul terzo gradino del podio sale Lara Comiotto (Giro delle Mura).

Premi speciali
Prima che iniziasse la spettacolare Running Seven Laps sono saliti sul palco ufficiale del Giro delle Mura, Anna Comarella come atleta emergente e Piero Bof come sportivo dell’anno.
Un riconoscimento speciale è stato consegnato anche agli organizzatori delle Miglia di Agordo.

Giovedì, 17 Agosto 2017 15:04

Il Menu Solidale 2017

Scritto da

“Mura solidali” è un progetto che vede il territorio feltrino protagonista e sostenitore della manifestazione Amatrice - Corfigno con iniziative culturali e gastronomiche dove si potranno degustare i prodotti tipici del nostro territorio e allo stesso tempo correre insieme, essere vicini concretamente a chi sta cercando di risollevarsi nella speranza di ritrovare un po’ di serenità nella quotidianità della vita anche attraverso lo sport.

“Mura solidali”, il Giro delle Mura Città di Feltre (BL) al fianco di Amatrice-Configno. Presentato a Roma il progetto che unisce le due manifestazioni podistiche.

Questa mattina della sala “Caduti di Nassirya” di Palazzo Madama a Roma è stato presentato il progetto “Mura Solidali”, il progetto nato per portare solidarietà attraverso lo sport che unirà, dal prossimo agosto, le manifestazioni podistiche del Giro delle Mura e Amatrice – Configno.
Nella sala “Caduti di Nassirya” del Senato, la Senatrice Raffaella Bellot, ha inviato gli organizzatori del Giro delle Mura di Feltre a presentare la nuova iniziativa a scopo benefico che da quest’anno vedrà unite la manifestazione podistica feltrina con “Amatrice-Configno”, manifestazione “sorella” che si svolge, come esprime chiaramente il nome, in quelle terre tristemente martoriate dal terremoto poco meno di un anno fa. A Roma come testimonial d’eccezione del Giro delle Mura c’èra Gabriele De Nard, azzurro del cross e amico da sempre del Giro delle Mura.
«Il progetto Mura Solidali – ha detto la Senatrice Raffaella Bellot - ci permette di mettere in mostra due delle eccellenze italiane più preziose che abbiamo: i Vigili del Fuoco e il volontariato. A poco meno di un anno dal sisma che ha sconvolto il centro Italia nell’agosto scorso ho ritenuto fosse importante dare enfasi a questa iniziativa che si pone il lodevole obiettivo di non dimenticare le ferite, ancora aperte, che tanti italiani stanno affrontando e che rilancia un messaggio di speranza».
«Sono orgogliosa – ha continuato la Senatrice - di avere accolto qui a Palazzo Madama i promotori di Mura Solidali: il G.S dei Vigili del Fuoco di Belluno e gli organizzatori del Giro delle Mura città di Feltre. È giusto in questo tempo dove siamo costantemente bombardati da messaggi negativi, fare vedere, anche da queste stanze, che esiste un’Italia che non ha paura, che sa prendersi cura del prossimo, che sa essere generosa. I nostri territori sono ricchi di eccellenze, a noi l’onore e l’onere di farli risplendere. Noi lo faremo il 25 e 26 agosto prossimi aprendo le porte a tutti coloro che vorranno, partecipando, moltiplicare la solidarietà».
Il Prof. Fabrizio Santangelo, Dirigente Superiore ginnico-sportivo dei Vigili del Fuoco, parlando subito dopo la Senatrice Bellot oltre a raccontare l’impegno dei Vigili del Fuoco nelle zone terremotate di Amatrice, ha ringraziato tutti i presenti per questo bellissimo progetto. «Ringrazio personalmente i promotori di questa iniziativa e spero che questa idea possa proseguire anche per i prossimi anni».
In rappresentanza del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Belluno a Roma era presente Franco Magrin. «Durante il Giro delle Mura dello scorso agosto – ha detto Franco Magrin – tutti noi avevamo una stretta allo stomaco, organizzare una manifestazione sportiva con quello che era successo ad Amatrice non è stato facile.

Con “Mura Solidali” questa stretta allo stomaco si è affievolita». Bruno D’Alessio, organizzatore della 40^ edizione della Amatrice-Configno, nel suo intervento, non nascondendo una forte emozione, ha dimostrato la sua grande gratitudine verso Vigili del Fuoco per il loro operato e al Comitato del Giro delle Mura. «Ad Amatrice ci sono delle profonde ferite, ma con lo sport e in questo caso con la corsa il dolore si sente meno. Il prossimo 20 agosto si scriverà una nuova pagina della nostra gara, un ritorno alla vita quotidiana resa possibile anche grazie al Giro delle Mura. Riteniamo che lo sport abbia un ruolo fondamentale nel rilanciare l’immagine della nostra conca amatriciana e che sia questa una straordinaria occasione di ripresa e di speranza per il futuro». 

Alla fine della presentazione ha preso la parola Gian Pietro Slongo, presidente dell’Associazione Giro delle Mura. «“Mura solidali” – ha esordito Gian Pietro Slongo - è un’idea nata nei giorni successivi al terribile sisma che ha colpito il centro Italia. I Vigili del Fuoco sono un pilone importante nell’organizzazione del Giro delle Mura, e lo scorso anno molti uomini del Comando di Belluno sono partiti alla volta di Amatrice. “Mura Solidali” è il risultato evidente di questo rapporto che si è creato con i territori colpiti dal sisma. Il legame tra Giro delle Mura di Feltre e Amatrice-Configno è caratterizzato da un “filo rosso”: l’azione, il lavoro, la presenza dei Vigili del Fuoco. Come dopo ogni tragedia c’è l’esigenza di ripartire e sappiamo bene che la rinascita di un territorio passa attraverso la ricostruzione del tessuto sociale e molte volte questa ricostruzione avviene anche grazie allo sport. La corsa diventa simbolo dell’impegno concreto, non solo dettata dall’emergenza, ma anche ripetuta nel tempo, capace di impegnarsi sul lungo periodo per mantenere viva l’attenzione e non dimenticare».

«“Mura solidali” – ha concluso il presidente dell’Associazione Giro delle Mura - è un progetto che vede il territorio feltrino protagonista e sostenitore della manifestazione laziale con iniziative culturali e gastronomiche dove si potranno degustare i prodotti tipici del nostro territorio e allo stesso tempo correre insieme, essere vicini concretamente a chi sta cercando di risollevarsi nella speranza di ritrovare un po’ di serenità nella quotidianità della vita anche attraverso lo sport».

Pagina 1 di 5

Patrocinio

  • patrocinioveneto
  • patrociniobelluno
  • patrociniofeltre
  • patrociniodolomitiunesco

Main Sponsor

  • cassaruraledolomitiBN190x110
  • contecolorBN
  • <Chateau D AxBN
  • sportfulBN
  • familaBN
  • lattebuscheBN

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookies Policy